Musicoterapia

La Musicoterapia è una tecnica che sfrutta i suoni e la musica come strumento di comunicazione non verbale, viene spesso utilizzata in campo clinico per aiutare le persone affette da gravi o lievi patologie come forma di comunicazione alternativa. La Musicoterapia si basa sul principio dell’ISO cioè caratterizza l’identità sonora di un individuo.

Le sedute di Musicoterapia sono strutturate secondo le esigenze del paziente. La terapia può essere individuale o di gruppo e la durata varia a seconda del problema.

MUSICOTERAPIA I musicisti di Veronica Holland

Le terapie individuali si dividono in recettive e attive. Le sedute recettive si basano sull’ascolto, dove le vibrazioni dell’orecchio interno creano un effetto diapason per cui si entra in vibrazione quando si vibra sulla stessa lunghezza d’onda del suono,come ad esempio succede se stiamo accordando una chitarra aiutandoci con un pianoforte o con un altra chitarra , suonando la stessa nota la sentiamo vibrare all’interno del nostro orecchio e capiamo che la corda in questione è stata accordata.

La musica ascoltata ad occhi chiusi spesso risveglia in noi delle sensazioni,dei ricordi.. delle paure .Tendiamo a dare un colore e una forma alla melodia che fluisce in noi e che sembra arrivi dove normalmente nessuno può. Talvolta ci sembra che la musica sia un onda che vaga indisturbata nei più insoliti punti della mente. Ogni volta che tentiamo di svolgere questo esercizio di ascolto ad occhi chiusi ci sembra che la negatività sia svanita , e ci sembra di risvegliarci da un leggero riposo.

Le sedute di musicoterapia attive invece si basano sulla composizione,dove il paziente cerca di comunicare tramite suoni che sente personali,che lo rispecchiano. questa tecnica è considerata un metodo valido che ha come finalità la conoscenza interpersonale del paziente e di ricostruzione interiore per accettare se stesso gli altri e il futuro che verrà.

Le sedute di gruppo invece mirano a stimolare il confronto con gli altri per conoscere meglio se stessi .Si utilizzano diversi strumenti dove la singola persona all’interno del gruppo ,istintivamente si concentrerà sulle sue caratteristiche, riscoprendo la propria differenza e la propria unicità.

Il terapeuta ha a disposizione come materiale di lavoro i suoni, i silenzi, il proprio corpo, i rumori, la musica ed i singoli elementi che compongono la musica:Il Ritmo che agisce sulla sfera intuitiva; la Melodia che agisce sulla sfera sentimentale e l’Armonia che agisce sulla sfera intellettiva.

La Musicoterapia cerca di:

1. Aprire i canali di comunicazione

2. Vincere le paure

3. Contenere le emozioni

4. Domare l aggressività

5. Dominare gli impulsi

6. Stimolare i ricordi

7. Stimolare i sensi

8. Stimolare le capacità sensoriali ed intellettive

9. Migliorare le capacità ortofoniche

10. Aiuta lo sviluppo psico-motorio

11. Il coordinamento motorio

12. Migliora la socializzazione

13. Incoraggia il sorriso

14. Stimola le funzioni cognitive

15. Abitua alla verifica e ad accettare le regole

16. Riconoscere le proprie capacità ed i propri limiti

Campi in cui viene applicata la Musicoterapia:

• Disturbi mentali (nevrosi,psicosi,malattie psicosomatiche, anoressia)

• Disturbi emotivi (ansia,depressione,attacchi di panico,insonnia)

• Disturbi relazionali

• Disturbi del linguaggio

• Disturbi uditivi

• Patologie Neurologiche (Parkinson,ictus)

• Senescenza (Alzheimer ,demenza senile)

• Handicap psichici,fisici e sensoriali

• Corso di preparazione al parto

• Esiti di coma

• Autismo infantile